Esperto in 1 minuto: il Conto Termico

Esperto in 1 minuto: il Conto Termico

Nella nuova puntata della  Rubrica Helios “Esperto in un minuto”  Manuela D’Ambrosio, Responsabile Qualità, ha parlato del Conto Termico.
 
Sei curioso? Vuoi saperne di più?
 
Il CONTO TERMICO incentiva la sostituzione di apparecchi inquinanti con nuovi prodotti che utilizzino fonti rinnovabili e che rispondono ai previsti requisiti di emissioni e rendimenti.
In questo caso, non si tratta di una detrazione, ma di un contributo diretto, accreditato direttamente sul conto corrente del richiedente entro 60/90 giorni dal completamento della domanda.
 
Il contributo varia in funzione delle caratteristiche del Termocamino (potenza, rendimento ed emissioni) e della fascia climatica in cui sarà installato.
Ad esempio, per un Termocamino a legna Giotto 35, installato in aree fredde, il contributo può arrivare superare € 2.500,00 e viene erogato in un’unica soluzione.
Tale contributo può essere richiesto da chiunque acquisti un Termocamino in sostituzione di un vecchio apparecchio, sia privati (imprese, persone fisiche e condomini), che amministrazioni pubbliche o aziende agricole.
La pratica per avere l’incentivo è molto semplice, bisogna:
• Acquistare un Termocamino che possieda la Dichiarazione di Conformità al Conto Termico (come ad esempio per la Helios, le linee Giotto, Primus, Ufita, Minarda e Baronia);
• Effettuare il pagamento con apposito “bonifico parlante” dove è specificato il riferimento normativo, il numero della fattura, il codice fiscale del richiedente e la partita iva del rivenditore;
• Effettuare la richiesta di contributo presso il sito GSE, entro 60 giorni dalla data di conclusione dell’intervento, presentando tutti i documenti richiesti;
• Conservare tutti i documenti relativi al pagamento del Termocamino
 

                                                     

Condividi su
Articolo successivoRead more articles