Vuoi scoprire quali sono gli incentivi per l’acquisto di un nuovo termocamino o una nuova termostufa Helios?

Oltre all’ormai famoso CONTO TERMICO 2.0, il Decreto Rilancio ha introdotto:

  • L’ECOBONUS
  • IL SUPERBONUS 110%
  • LO SCONTO IN FATTURA e/o LA CESSIONE DEL CREDITO.

Vuoi scoprire qual è l’incentivo giusto per te? Compila il form per essere contattato da un nostro consulente.

    Ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D.Lgs. n. 196/2003:

    "Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy di Bioinvest srl"

    Esprimo il mio consenso al trattamento dei dati personali per le finalità descritte al punto B) dell'informativa privacy (marketing diretto di Bionvest srl anche attraverso le società responsabili del trattamento)
    AcconsentoNon Acconsento

    Esprimo il mio consenso al trattamento dei dati personali per le finalità descritte dell'informativa privacy (marketing diretto di partner appartenenti alla categoria di soggetti operanti in ambito dei servizi finanziarie/o operanti in settori con beni collegati all’elettrodomestico acquistato. L’elenco completo di tali società verrà fornito dietro richiesta da farsi a privacy@heliostecnologie.it)
    AcconsentoNon Acconsento

    CONTO TERMICO 2.0

    Il CONTO TERMICO incentiva la sostituzione di apparecchi inquinanti con nuovi prodotti che utilizzino fonti rinnovabili e che rispondono ai previsti requisiti di emissioni e rendimenti.
    In questo caso, non si tratta di una detrazione, ma di un contributo diretto, accreditato direttamente sul conto corrente del richiedente entro 60/90 giorni dal completamento della domanda.
    Il Conto Termico finanzia la sostituzione di impianti alimentati a:
    • Gasolio
    • Olio combustibile
    • Carbone
    • Biomassa (pellet, legna, cippato)
    • GPL (solo nelle aziende agricole situate nelle zone non metanizzate)

    Il contributo varia in funzione delle caratteristiche del prodotto (potenza, rendimento ed emissioni) e della fascia climatica in cui sarà installato.

    DETRAZIONE FISCALE DEL 50%

    La detrazione fiscale ti permette di recuperare il 50% dell’investimento in 10 anni.
    In pratica, se un termocamino costa, ad esempio, 4.000,00 € (iva compresa), potrai detrarre il 50% (2.000,00 €) in 10 anni.
    Detrarrai perciò dalla tua dichiarazione dei redditi (dall’Irpef) 200,00 € all’anno; risparmierai sulle tasse da pagare 200,00 € all’anno.
    Rientrano nella detrazione tutte le spese che vengono sostenute per:
    • Acquistare il Termocamino;
    • Installare il Termocamino;
    • Rifare o realizzare la canna fumaria

    La detrazione fiscale del 50% si può ottenere sia scegliendo il bonus ristrutturazione che la riqualificazione energetica (c.d. ecobonus).

    BONUS RISTRUTTURAZIONE o BONUS CASA

    È rivolto esclusivamente ai clienti privati (solo detrazione Irpef);
    • Si applica solo agli immobili residenziali e alle loro pertinenze;
    • Il totale degli interventi effettuati (sostituzione finestre, lavori interni, acquisto termocamino, ecc) non possono superare i 96.000,00€;
    • Non è necessaria l’asseverazione di un tecnico. Il Termocamino si può installare senza dover aprire una DIA (dichiarazione di inizio lavori).
    • Bisogna acquistare un prodotto che abbia almeno il 70% di rendimento.
    • Necessario far realizzare il lavoro da un installatore autorizzato che ti rilasci la Dichiarazione di Conformità;
    • Effettuare il pagamento con apposito “bonifico parlante” dove è specificato il riferimento
    normativo, il numero della fattura, il codice fiscale del richiedente e la partita iva del rivenditore.

    I prodotti Helios possono tutti beneficiare di questa agevolazione.

    RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA o ECOBONUS

    È agevolabile la sostituzione o nuova installazione di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

    • Vi possono accedere tutti i contribuenti che sostengono le spese di riqualificazione energetica e possiedono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio.
    • Per quali edifici? Gli edifici che, alla data d’inizio dei lavori, siano “esistenti”, ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso, e in regola con il pagamento di eventuali tributi.
    • Entità della detrazione: 50% delle spese totali sostenute dal 01/01/2018 al 31/12/20202
    • Limite massimo di detrazione ammissibile: 30.000 euro per unità immobiliare.
    • L’intervento può configurarsi come sostituzione totale o parziale del vecchio generatore termico o come nuova installazione sugli edifici esistenti.
    • Il generatore di calore deve possedere i seguenti requisiti:
      – un rendimento utile nominale minimo non inferiore all’85% (in base al punto 1 dell’allegato 2 del D.Lgs. 28/2011);
      – la certificazione ambientale di cui al D.M. 07/11/2017 n. 186, in attuazione del D.Lgs. 152/2006 (art. 290, comma 4), in base al punto 1 dell’allegato 2 del D.Lgs. 28/2011;
      – il rispetto di normative locali per il generatore e per la biomassa;
      – conformità alle norme UNI EN ISO17225-2 per il pellet e UNI EN ISO 17225-5 per la legna.
    SUPERBONUS 110%

    Il Superbonus 110% finanzia le spese sostenute in relazione a specifici interventi in ambito di efficienza energetica con miglioramento di almeno 2 classi energetiche.

    Per essere ammissibili, gli interventi devono essere sostenuti tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.
    Possono accedere all’agevolazione:

    • Condomìni
    • Persone fisiche su un numero massimo di due unità immobiliari (seconde case)
    • I proprietari di unità immobiliari unifamiliari, cioè sia edifici unifamiliari sia unità immobiliari in edificio plurifamiliare, a condizione che sia presente un accesso indipendente (cancello o portone che consentono l’accesso dalla strada o da cortile/giardino di proprietà esclusiva).
    • Istituti Autonomi Case Popolari (spese sostenute dal 1°luglio 2020 al 30 giugno 2022)
    • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
    • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale del terzo settore
    • Associazioni e società sportive dilettantistiche (solo lavori destinati su immobili adibiti a spogliatoi)

    Relativamente a impianti di riscaldamento a legna o pellet, sono previste due tipologie di interventi che possono beneficiare del Superbonus 110%:

    • Interventi trainanti: L’installazione di caldaie a biomasse a 5 stelle, solo se installate in aree non metanizzate in Comuni non sottoposti alla procedura di infrazione per il superamento dei limiti di emissione.
    • Interventi abbinati a un intervento trainante: Laddove associati a un intervento trainante di qualsiasi natura, rientrano nella detrazione anche l’installazione di una moderna stufa a legna o pellet o una caldaia a biomasse in classe 5 stelle la sostituzione di un vecchio generatore a legna e pellet con una stufa o caldaia da 4 stelle in su.
    SCONTO IN FATTURA e/o CESSIONE DEL CREDITO

    Il Decreto Rilancio, oltre all’Ecobonus e al Superbonus al 110%, ha introdotto lo sconto in fattura e/o la cessione del credito agli istituti di credito o altri intermediari finanziari.

    Tramite i classici bonus puoi portare in detrazione parte o tutte le spese sostenute per differenti interventi edili e impiantistici. In pratica, recuperi in più anni, parte o tutte le spese sostenute tramite degli “sconti” sulle tasse.

    Lo sconto in fattura è valido per le spese sostenute nel 2020 fino a dicembre 2021 e interessa tutti i bonus dell’Agenzia delle Entrate, fatta eccezione per il bonus mobili e il bonus verde.

     

    Cosa vuol dire e qual è la differenza tra sconto e cessione?

    • Tramite lo sconto in fattura, l’impresa che ti realizzerà i lavori ti anticiperà la spesa detraibile. A sua volta, l’impresa potrà cedere o meno il credito alle banche o ad altri intermediari.
    • Nel secondo caso potrai cedere direttamente il tuo credito a terzi, quindi by-passando le imprese e i fornitori. Questo credito potrà essere ceduto illimitatamente a qualsiasi soggetto.

    Potrai sfruttare lo sconto in fattura per:

    • Bonus Ristrutturazioni
    • Ecobonus al 110%
    • l’Ecobonus al 50%, 65%
    • il Sismabonus
    • il Bonus Facciate;
    • la sostituzione o la nuova installazione di impianti fotovoltaici;
    • la posa di colonnine per la ricarica delle auto elettriche.
    null

    BIOTERMOCAMINO 2.0 PRIMUS

    null

    BIOSTUFA 2.0 MINARDA

    null

    BIOCALDAIA 2.0 BARONIA