Esperto in un minuto: la combustione a castelletto

Esperto in un minuto: la combustione a castelletto

Lo sai che c’è un modo preciso per posizionare la legna all’interno del tuo Termocamino?
 Ti sembrerà strano ma il metodo più comune ovvero quello che da sempre ci hanno insegnato, dell’accensione dal basso, è errato.
Esiste un metodo preciso che consente un minor consumo di legna e si chiama COMBUSTIONE A CASTELLETTO.
➡️La fase di accensione è fondamentale per una buona combustione e resa, infatti è necessario raggiungere quanto prima un’alta temperatura nella camera di combustione, al fine di garantire una maggiore resa del termocamino e per ridurre di molto le emissioni inquinanti. Arriviamo, quindi, a questo particolare tipo di combustione detta a Castelletto che consiste nell‘accensione del fuoco dall’alto posizionando i ciocchi perpendicolarmente l’uno sull’altro.
Per quale motivo?
Facciamo l’esempio della candela. Come avrai potuto vedere osservando una candela i gas emessi dalla fiamma vanno verso l’alto e vengono completamente bruciati dalla fiamma stessa. In questo modo il fuoco è libero dai fumi già dopo pochi minuti.
Lo stesso deve avvenire con la fiamma del camino, in quanto bisogna ridurre al massimo il fumo che contiene gas dannosi alla salute.
L’accensione del fuoco dall’alto fa in modo che l’acqua in caldaia raggiunga la temperatura stabilita nella metà del tempo e quindi necessiti della metà del combustibile.
 Ma ascolta le parole di Paolo Calì:

Condividi su