Come acquistare pellet di qualità? Segui i nostri consigli!

Come acquistare pellet di qualità? Segui i nostri consigli!

Quante volte ti sarà capitato di trovarti dal rivenditore e non sapere quale pellet acquistare?

Riconoscere un buon pellet non è semplice!

In commercio se ne trovano diverse tipologie che si differenziano in base a:

  • tipo (faggio,abete ecc..)
  • qualità (certicati e non certificati)
  • potere calorifico
  • residui di cenere che lasciano all’interno della macchina

Imparare a leggere le etichette riportate sulle confezioni di pellet è essenziale per avere ottimi rendimenti!

Il pellet che troviamo in commercio riporta la sigla di Certificazione Europea EN PLUS e si suddivide in tre categorie:

 

  • EN PLUS A1: pellet di prima scelta
  • EN PLUS A2: pellet di seconda scelta
  • EN PLUS B: pellet adatto solo per uso industriale

 

Una prima scrematura, quindi, diventa automatica a primo impatto guardando solo l’etichetta di conformità europea.

Per rientrare nella certificazione europea, è obbligatorio rispettare parametri chimico-fisici ed essere sottoposti a controlli di cadenza annuale che attestino la qualità e la conformità del prodotto che viene messo in commercio.

Accertarsi della conformità europea del pellet, però, non è l’unico valore da analizzare prima di scegliere il prodotto migliore!

Ci sono due valori che incidono per circa il 90% sulla qualità di questo combustibile:

  • Potere calorifico
  • Residui di cenere

Il potere calorifico è la quantità di calore liberata durante la combustione di un’unità di una sostanza combustibile e ha un valore che può oscillare tra i 4600 e i 5400 Kcal/kg.

Ecco il potere calorifico dei vari tipi di pellet:

  • quercia: 4548 Kcal/Kg
  • pino: 4557 Kcal/Kg
  • abete: 4588 Kcal/Kg
  • faggio: 4578 Kcal/Kg
  • frassino: 4660 Kcal/Kg
  • betulla: 4800 Kcal/Kg
  • castagno: 4731 Kcal/Kg

 

Il valore dei residui di cenere della combustione, invece, ne determina il rendimento: maggiore è il residuo di combustione e minore sarà il rendimento.

Questo valore deve necessariamente essere inferiore a:

  • 0,7% per EN PLUS A1
  • 1,5% per EN PLUS A2
  • 3% per EN PLUS B

 

Un’ultima accortezza è possibile farla ad occhio nudo.

Prima di acquistare un sacchetto di pellet è indispensabile osservare che:

  • all’interno del sacchetto non vi siano eccessivi residui di segatura o scarti di falegnameria
  • il cilindretto sia liscio, compatto e lucido
  • tutti i cilindretti abbiano stessa forma e dimensioni
  • il pellet bruciato emani odore di legna

 

Buon acquisto!

Condividi su
Chiudi il menu