Scherzi divertenti e consigli per non essere vittima del Pesce d’aprile

Erano i tempi di scuola e la testa, più che mai, pensava alle baggianate da compiere per poter prendere in giro gli altri e rallegrarsi le giornate. Ce ne inventavamo di tutti i colori, soprattutto il fatidico giorno del 1 Aprile. Chi è che non ha mai fatto uno scherzo, anche il più ingenuo, e dopo ha sbeffeggiato il povero malcapitato gridandogli: ”Pesce d’aprile”?

Ma poi si è cresciuti e la mania di inventarsi qualcosa per farsi due risate sull’altro non è di certo andata via. In fondo un po’ bambini lo saremo per sempre.

E se oggi è 31 marzo, significa che domani arriverà aprile e con esso anche il fatidico giorno degli scherzi. A scuola di sicuro non si starà tranquilli, professori e bidelli, ma anche i ragazzi stessi, diventeranno vittime del burlone della situazione. Ma anche a lavoro e in qualsiasi altro posto si dovrà aumentare l’attenzione per non diventare l’oggetto delle risate altrui e fare assurde figuracce.

A tal proposito vogliamo già farvi fare qualche risata raccontandovi gli scherzi più divertenti mai fatti…

Ecco una lista dei “Pesce d’aprile” più strani e divertenti:

  • Era il 1938 e il registra Orson Wells inscena in una trasmissione radiofonica un’invasione aliena negli Stati Uniti provocando il panico di milioni di persone che si riversarono in strada, credendo fosse davvero arrivata la fine del mondo.
  • La BBC nel 1957 organizzò un reportage intitolato “L’albero degli spaghetti” nel quale parlava della raccolta in Svizzera di questo famoso formato di pasta. Ci furono tanti spettatori che addirittura chiamarono per ordinarla!
  • Nel 2007 Google lanciò un’applicazione per sentire gli odori. Tutto in modo semplicissimo: bastava avvicinare il naso al dispositivo. E così quel giorno tantissime persone si sono ritrovare ad annusare i propri cellulari.
  • Sempre Google, nel 2010, lancia Google Voice per gli animali: un’app che avrebbe permesso di tradurre in parole i loro versi.

 

5 Consigli utili per non diventare vittima del Pesce d’aprile

  1. Comincia ad essere attenti già da questa sera, non appena scatta la mezzanotte.
  2.  Controlla bene se ti hanno attaccato qualcosa addosso.
  3. Non accettare nessuna cosa che ti viene offerta.
  4. Diffida da ogni tipo di comunicazione: email, lettere, messaggi e telefonate…
  5. Metti in moto la fantasia, così anticiperai coloro che vorranno prendersi di te…

 

 

“Fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio”: domani questo detto varrà molto di più… attenti!

In ogni caso buon divertimento!

Scelto per te

Termocamini a legna a confronto: Ecoflame e Iwood

Quando si crede fortemente in quello che si fa e ci si riserva dentro tutte ...

Lascia un commento